venerdì 29 ottobre 2021

È tempo di calendari!

Manca poco più di un mese a Natale e tra solo 9 settimane inizierà il nuovo anno (il 2022 è dietro l'angolo)!

Per i professionisti della stampa e del dopostampa digitale, novembre e dicembre sono mesi fondamentali per una buona chiusura dell'anno, ed è anche il periodo in cui le richieste di prodotti speciali esplodono proprio prima delle festività.


Giovani nipoti ti chiederanno di preparare album con le fotografie di tutta la famiglia, le mamme vorranno i puzzle personalizzati per i loro figli, le aziende e le associazioni vorranno stampare i loro calendari promozionali, come quelli con tutte le foto dei dipendenti o degli atleti che sponsorizzano.



Per poter concretizzare i desideri del Cliente in breve tempo ad un buon prezzo, bisogna avere a portata di mano tutto l'occorrente.


Come realizzare il calendario 2022

Per produrre un calendario personalizzato, oltre ad un progetto grafico e ad una stampante, occorrono una macchina perforatrice/rilegatrice, spirali metalliche e copertine rigide in cartoncino o in materiali plastici come il polipropilene.



WDUOWIREMAC EX-31W31:

Le rilegatrici Wire sono potenti perforatrici con cui puoi forare fino a 20 fogli alla volta. Dopo aver inserito la spirale metallica, è necessario esercitare la pressione giusta per chiudere il dorso.

Crei così un calendario (o un listino o un'agenda) in cui le pagine possono essere ruotate fino a 360 gradi!

La bella notizia è che per lo sprint finale, fino al 31 dicembre 2021, puoi richiedere la tua offerta 3D e iniziare a produrre i tuoi calendari personalizzati.


Richiedi l'offerta 3D





giovedì 14 ottobre 2021

Conosci i benefici dell'Industria 4.0?

 

Se sai come ottenerle, le agevolazioni fiscali possono supportare enormemente la crescita del tuo business (fino al 31 dicembre 2021 puoi beneficiare del 50% di credito d'imposta!).
Riporto qui di seguito alcune delle indicazioni che puoi trovare sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico relative al Piano Transizione 4.0 e in particolare ai beni strumentali.

Perché tu possa beneficiare del credito d'imposta, i beni devono possedere caratteristiche tecniche tali da includerli rispettivamente negli elenchi di cui ai richiamati allegati A e B ed essere interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o della rete di fornitura.

L'interconnessione deve essere certificata con una perizia tecnica semplice rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato. Per i beni di costo unitario di acquisizione non superiore a 300.000 euro è sufficiente una dichiarazione resa dal legale rappresentante.


Il "burocratese" a volte appare complicato e le varie procedure scoraggiano, ma abbiamo pensato a qualcosa che renda più semplice il tutto.



Ecco qui: 

  • l'e-Book per raccogliere tutte le informazioni utili
  • la perizia per i nostri plotter LST asseverata in tribunale
  • il kit 4.0 tutto incluso perché tu non debba preoccuparti per la formazione e l'interconnessione necessaria per godere del credito d'imposta.


L'e-Book dedicato



Ecco l'e-Book in cui troverai le informazioni salienti del Piano Transizione 4.0 con le indicazioni delle agevolazioni fiscali di cui puoi fruire e come i plotter da taglio, riconosciuti come beni strumentali 4.0, possano farti ottenere il credito d'imposta.