Flora Terracciano: la Signora della Prima



Flora Terracciano, il 5 Novembre 2020, si è spenta serenamente a 98 anni.

La signora Terracciano, oltre ad essere la fondatrice della Prima, era anche mia zia.
Mia zia è stata una
donna fortissima.
Un esempio di donna straordinaria; nella vita ha lottato, ha lavorato, amato ed è stata una donna libera.

Ha deciso del suo destino ed è stata sempre fiera delle sue scelte. Una delle migliori è stata quella di essere indipendente e di guidare un'azienda da sola, nel '62. Ogni tanto raccontava dei dettagli degli inizi, parlava di fatica, ma anche di trovate brillanti, di collaborazione, di fortuna.

Aveva degli occhi azzurri stupendi e anche a novant'anni anche gli sconosciuti che la incontravano la prima volta si sperticavano nei complimenti e a lei faceva piacere.
Affascinava le persone, sapeva averci a che fare. È sempre stata considerata una persona umana, gentile, affettuosa, dalla grande sensibilità.

L'azienda è stata la sua famiglia, e in azienda ha coinvolto anche la sua di famiglia, mio padre, me e mio fratello. Della Prima è sempre stata fiera, e sempre ha considerato le persone che ci lavoravano speciali e ha trovato il modo di prendersene cura. Sono state organizzate gite, feste e merende insieme.

Con curiosità e lungimiranza ha creato innovazioni, progettato nuovi prodotti e acquisito nuovi mercati.
La perseveranza, la fiducia e la positività con cui guardava al lavoro le hanno reso piacevole ogni giorno in cui si alzava e andava a lavorare, guidando da sola, fino a 93 anni. 

Ha ispirato, aiutato e sostenuto tante persone dandosi generosamente. 

Con tutto il cuore mi auguro di assomigliarle un po' e di aver imparato dal suo esempio la sua libertà e la sua indipendenza. Buon viaggio Signora!

Con affetto, 
Anni


 


Commenti

  1. Sono Claudio Tomeo, ho avuto il piacere e l'onore di lavorare in Primabind per 10 anni, dal 1990 al 2000.Apprendo ora casualmente della scomparsa nella Signora Terracciano e ne sono profondamente dispiaciuto.Ho avuto modo nei periodo trascorso come suo dipendente di apprezzarne la generosità, la cordialità e la grande onestà.Sono vicino alla famiglia Rebora.Ricordo sempre con piacere il periodo lavorativo passato in Prima. Con sincero affetto e stima. Claudio Tomeo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Claudio, grazie per le tue belle parole.
      Un caro saluto

      Anni

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Nuove idee da 60 anni

azienda e filosofia

A contatto con i nostri film il cibo non cambia né odore né sapore!