venerdì 8 luglio 2011

Mercato e costi internazionali

A questo punto dell’anno, dal nostro piccolo osservatorio sul mercato italiano, vediamo che, fra i settori che stanno tornando a crescere e altri che ristagnano, si verifica un equilibrio tale che fa sì che le nostre vendite corrispondano sostanzialmente a quelle dello scorso anno (1% appena in più). Quella che invece è molto cambiata, rispetto a dodici mesi fa, è l’incidenza dei costi che ha iniziato a crescere sin dall’autunno scorso. Alcune materie prime hanno dato l’avvio, seguite da un generale aumento in tutte le aree e con tassi di crescita a cui non eravamo più abituati e che hanno superato in alcuni casi il 40%. Siamo riusciti, con vari interventi sui volumi di acquisto e nell’ottimizzazione dei fornitori, a tenere fermi i nostri prezzi ai clienti per tutti questi mesi e il nostro listino del luglio 2010 è ancora in vigore. Dovremo però presto adeguarci alla situazione generale: il nuovo listino entrerà in vigore dal 1 settembre, ma vi verrà inviato già nei prossimi giorni in modo che possiate, se lo riterrete opportuno, programmare le vostre prossime consegne ancora ai prezzi vecchi.