giovedì 30 aprile 2009

PrimaShred - Distruggidocumenti

In ogni ufficio, ogni giorno, si elaborano informazioni sensibili che riguardano clienti, fornitori, ma anche l’azienda stessa. Quando queste informazioni non servono più, occorre distruggerle, per evitarne una diffusione impropria. Non è solo un requisito previsto dalla legge, ma una garanzia che tutela gli interessi di tutti.

Il D. Lgs. 196/03 è il testo unico che contiene le disposizioni sulla privacy. Obbliga a custodire e controllare i dati personali e sensibili mediante l'adozione di misure di sicurezza idonee e preventive del rischio di perdita dei dati, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito, per tutelare la riservatezza e la protezione dei dati personali.

I dati personali e sensibili oggetto di trattamento devono essere conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali sono stati raccolti e successivamente trattati. Quando cessa il trattamento, a garanzia di riservatezza e al fine di evitare che tali dati cadano in mani sbagliate, è anche prevista l'adeguata distruzione del supporto cartaceo o magnetico. L'omissione dell'adozione delle misure minime previste per la sicurezza dei dati è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da tremila euro a cinquantamila euro elevabile al triplo, o con l'arresto da tre mesi a tre anni.

Tenere in ordine l’ufficio. Togliere di mezzo le carte che non servono più, salvaguardare la riservatezza delle informazioni e proteggere la privacy.

Come?

Grazie alle macchine potenti e silenziose PrimaShred, in grado di distruggere materiale ormai inutile senza dispersione di informazioni sensibili. Potete scegliere tra macchine diverse per dimensioni e prestazioni, per adattarsi alla struttura e alle necessità di ogni ufficio. La cosa essenziale è che tutte sono garantite da elevati standard qualitativi, per offrire sempre il massimo della sicurezza, dell’efficienza e della silenziosità.

Per maggiori informazioni visita il sito http://www.primabind.com
iscriviti al social network http://rilegatura-plastificazione.ning.com

Nessun commento:

Posta un commento